Torneo di calcio dei rioniMondovì

Torneo dei Rioni

Il Regolamento

Il Torneo

Il Regolamento

Articolo 1 • Oggetto

Il Trofeo Città di Mondovì di calcio in notturna, a sette giocatori [otto per la cat. Junior], è riservato ai Rioni e alle Frazioni del comune di Mondovì e agli atleti che ne hanno o hanno avuto la residenza.

Articolo 2 • Definizione dei confini

Per confini rionali si intendono quelli parrocchiali ad eccezione di Pdv, Breo e Borgato [parrocchie del Centro Storico] e delle Frazioni che si possono presentare in una o più formazioni senza che le zone di appartenenza, al loro interno, abbiano particolari definizioni o restrizioni territoriali. Allo stesso modo, nell'ambito di una parrocchia, si potranno presentare due o più squadre a patto che la seconda formazione presenti il nome di una parte del rione storicamente riconosciuta o comunque concordata precedentemente con il C.O. Es: Altipiano e Alfieri o Torretta, Via Cuneo e Borgo Aragno o Bozzolo, Ferrone e Rosa Bianca o Metavìa, Piazza e Santa Croce, Sant'Anna e Avagnina, Carassone e Garzegna, senza che le zone di appartenenza abbiano particolari definizioni o restrizioni territoriali.

In quest'ultimo caso, per le cat. Under15 o Junior sarà discrezione dei Dirigenti suddividere in modo logico ed equo gli atleti, in modo che le formazioni non risultino troppo sbilanciate, se non per qualità tecniche, almeno per età degli atleti.

Articolo 3 • Atleti partecipanti

Senior: Le squadre devono essere formate da 10 giocatori che appartengano alle leve 2001 e precedenti. Possono essere iscritti esclusivamente giocatori residenti nel Rione o che vi abbiano risieduto. Con l'eccezione del giocatore definito STRANIERO indistintamente nel ruolo, a cui è consentito giocare purché abbia o abbia avuto la residenza nel comune di Mondovì. Il numero degli stranieri per ogni squadra è definito in questo modo:

a] N. 1 straniero per i primi 8 Rioni classificati nell'edizione precedente alla Fase Finale.

b] N. 2 stranieri per i Rioni non classificati alla Fase Finale nell'edizione precedente eliminati prima dei quarti] oppure che non abbiano preso parte all'edizione.

Possono essere tesserati giocatori comparsi in distinta in campionati FIGC nella stagione 2016/17 nel numero massimo corrispondente all'esaurimento di 80 punti a disposizione per ogni formazione. Gli atleti tesserati FIGC avranno il seguente valore: Terza Cat. 0 punti, Seconda Cat. 20 punti, Prima Cat. 30 punti, Prom. 50 punti, Eccellenza 60 punti, Serie D e sup. 80 punti.

I giovani fino a 20 anni sono sempre esclusi da questi conteggi pertanto il valore in punti degli atleti FIGC delle leve 2001, 2000, 1999, 1998 e 1997 non è da considerarsi.

Under15: Le squadre devono essere formate da un massimo di 12 giocatori che appartengono alle leve 2002, 2003, 2004 e 2005, senza limiti di tesseramento FIGC. I giocatori devono avere o aver avuto la residenza nel rione di appartenenza. Non possono partecipare in nessun caso atleti che non abbiano mai avuto residenza nel Rione.

Junior: Le squadre devono essere formate da un massimo di 12 giocatori che appartengono alle leve 2006, 2007, 2008 e 2009, senza limiti di tesseramento FIGC. I giocatori devono avere o aver avuto la residenza nel rione di appartenenza. Possono essere tesserati atleti residenti in altro Rione solo nel caso in cui il Rione di appartenenza abbia completato la lista e li abbia esclusi dall’elenco di partecipazione [di ciascun caso deve esse messo al corrente il Rione di appartenenza e il Comitato Organizzatore].

L'elenco completo degli atleti sarà consegnato entro la data stabilita e comunicata dal Comitato Organizzatore.

A partire dalla data di inizio delle gare l'elenco sarà da intendersi definitivo e durante lo svolgimento degli incontri un solo atleta potrà essere sostituito, indipendentemente dal ruolo impiegato e per una sola volta da quella data fino a prima dell'inizio della fase finale.

Articolo 4 • Documentazione medica

Senior e Under15: Ogni atleta deve presentare prima dell’inizio della prima gara i documenti di Idoneità Fisica Agonistica esclusivamente in originale oppure in Copia accompagnati dalla Dichiarazione Sostitutiva di Atto di Notorietà fornita dal C.O. [Per gli atleti del 2005 è sufficiente il Certificato di Visita medica NON Agonistica, anche in fotocopia].

Junior: Per questa categoria è sufficiente il Certificato di Visita medica NON Agonistica, anche in fotocopia.

Nel caso un atleta, di qualsiasi categoria, non fosse in grado di poterlo esibire, per nessun motivo potrà scendere in campo.

Articolo 5 • Tempi e orari

Le partite si disputeranno in due tempi di 20 minuti ciascuno, intervallati da un riposo di 5 minuti.

Ci si atterrà scrupolosamente all'orario riportato in calendario: pertanto, qualora una squadra non sia disponibile sul rettangolo di gioco per l'ora prevista, verrà attesa per un tempo massimo di 20 minuti [un tempo], dopo di che sarà considerata perdente con il punteggio di 0-3 e penalizzata di un punto in classifica.

Articolo 6 • Documenti di gara

Le squadre, prima di ogni partita, dovranno consegnare all'arbitro la distinta debitamente compilata su copie fornite dal C.O. Su di essa sarà anche segnato il nome dei due dirigenti che potranno accedere alle panchine più quello di un guardialinee.

Articolo 7 • Sostituzioni di gioco

Senior e Under15: Durante lo svolgimento degli incontri, a gioco fermo previa comunicazione all’arbitro, si potranno effettuare sostituzioni ripetute e illimitate, salvo decisione arbitrale in caso di evidente perdita di tempo; sarà discrezione dell'arbitro ammonire eventuali comportamenti antisportivi.

Junior: In questa categoria, ogni qualvolta una formazione dovesse trovarsi nella situazione di condurre il gioco con un risultato maggiore ai tre gol di scarto [4-0, 5-1...] dovrà togliere dal campo un atleta indicato dal dirigente avversario [escluso il portiere], e continuare il gioco in inferiorità numerica. Il giocatore escluso potrà rientrare in campo soltanto nel momento in cui il vantaggio sarà nuovamente ridotto a tre gol di scarto, unico caso in cui potrà essere ripristinata la parità numerica.

Articolo 8 • Divise di gioco

In caso di somiglianza del colore delle divise di gioco, la squadra indicata per seconda sul calendario dovrà sostituire la maglietta o indossare la pettorina fornita dal C.O.

Articolo 9 • Punteggi e calci di rigore

Nella fase eliminatoria, al termine di ogni incontro finito in parità si procederà all'esecuzione di 5 calci di rigore; in caso di ulteriore parità si procederà con i rigori ad oltranza. In tal caso dovranno calciare tutti i giocatori in distinta tranne gli eventuali infortunati. I punti saranno così assegnati:

• vittoria dopo i tempi reg. 3 punti

• vittoria dopo i calci di rigore 2 punti

• sconfitta dopo i calci di rigore 1 punto

• sconfitta dopo i tempi reg. 0 punti

Dalla fase finale [quarti, semifinali e finali] in caso di parità, prima dei calci di rigore, sono previsti 2 tempi supplementari di 7 minuti.

Articolo 10 • Passaggio del turno

A seconda del numero dei gironi e della formula, passeranno alla fase finale la prima o le prime squadre di ogni girone. A parità di classifica tra due squadre sarà qualificata la formazione che ha prevalso nello scontro diretto. A parità di punteggio tra tre o più squadre si procederà alla stesura della classifica avulsa. Nell'impossibilità di stilare tale classifica [tornei con doppia fase eliminatoria] saranno determinanti nell'ordine: la differenza reti [esclusi i rigori dopo i tempi regolamentari], il totale delle reti segnate. In caso di ulteriore parità, e solo in questo caso, si procederà alla disputa di un incontro di spareggio.

Articolo 11 • Maltempo

A meno che non avvenga la sospensione delle gare in programma, comunicate dal C.O. a mezzo web, in caso di maltempo le squadre dovranno presentarsi sul campo; sarà compito dell'arbitro in accordo con gli organizzatori prendere ulteriori decisioni.

Articolo 12 • I trofei

Alla squadra vincitrice di ogni Categoria verrà consegnato il Trofeo Città di Mondovì, da restituire il giorno della Conferenza Stampa e dei Sorteggi dei Gruppi Eliminatori dell’edizione successiva.

Articolo 13 • Ammende e sanzioni

Le eventuali ammende saranno così ripartite:

Senior: € 8 per ogni ammonizione; € 16 per ogni espulsione; € 10 per la mancata o non corretta compilazione della Distinta di gioco; € 15 per eventuali ritardi; € 50 per mancata presentazione all'incontro o responsabilità oggettiva nel non poterlo disputare o portare a termine; € 150 qualora vengano presentati in distinta atleti non aventi i requisiti richiesti.

Under15: € 15 per eventuali ritardi; € 50 per mancata presentazione all'incontro o responsabilità oggettiva nel non poterlo disputare o portare a termine; € 50 qualora vengano presentati in distinta atleti non aventi i requisiti richiesti.

Junior: € 50 per mancata presentazione all'incontro o responsabilità oggettiva nel non poterlo disputare o portare a termine.

Articolo 14 • Numero minimo atleti

Il numero minimo di giocatori ammesso affinché una squadra non completa possa disputare l'incontro è di 5 atleti.

Articolo 15 • Squalifiche

Qualora un giocatore venga espulso, oppure raggiunga la somma di due ammonizioni nel corso del Torneo, verrà automaticamente squalificato per almeno un turno successivo. Prima della fase finale verranno automaticamente azzerate le sole ammonizioni acquisite fino a quel momento. Le squalifiche vengono sempre scontate. Quelle maturate nella fase finale e non scontate nell'anno in corso saranno automaticamente riportate all'anno successivo.

Sono passibili di squalifica, come gli atleti, i dirigenti segnati in distinta.

Articolo 16 • Ricorsi

Eventuali ricorsi alla Commissione Disciplinare dovranno essere presentati entro le 24 ore successive al fatto contestato previa motivazione scritta esauriente e cauzione di € 100 che verrà restituita solamente in caso di veridicità dei fatti contestati .

Chi intendesse ricorrere contro tesserati non aventi i requisiti richiesti, dovrà procurare le prove relative al giocatore contestato da presentare alla Commissione Disciplinare e specificatamente:

• il certificato di residenza storico;

• il certificato di nascita;

• copia della distinta di gara di Federazione del suo campionato di appartenenza.

L'eventuale atleta in difetto sarà squalificato fino al termine della manifestazione mentre la sua squadra, nella fase eliminatoria perderà a tavolino per 0-3 tutte le partite nelle quali l’atleta non regolare è comparso in distinta e sarà penalizzata di 3 punti in classifica; durante la fase finale sarà data perdente 0-3 a tavolino per il passaggio del turno, nella finalissima sarà esclusa dal podio.

Articolo 17 • Disposizioni finali

Gli atleti, i dirigenti o i responsabili rionali che si comporteranno in maniera scorretta, antisportiva o maleducata in campo e fuori, nei confronti degli avversari, degli arbitri, del pubblico o del Comitato Organizzatore verranno esclusi immediatamente dalla Manifestazione in corso, subendo le decisioni del Giudice Sportivo anche e soprattutto per le edizioni successive.